E’ il formaggio italiano per eccellenza, prodotto nella zona di Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna e Mantova. Il suo gusto così caratteristico deriva dal latte utilizzato, proveniente da animali nutriti con mangimi naturali e dalla stagionatura che può durare dal 18 ai 36 mesi e, in certi casi, fino a 100 mesi.

La sua produzione è sottoposta a un rigido disciplinare – diversamente non potrebbe avere questa denominazione – che riguarda, fra le altre, l’alimentazione degli animali, il confezionamento e l’etichettatura.
Conosciuto già nel XII secolo, il Parmigiano Reggiano ha un gusto unico e difficilmente imitabile, più dolce nel 18 mesi, più complesso e aromatico tanto più è stagionato, ma mai piccante.

All’assaggio deve essere molto solubile in bocca, e rilasciare aromi e sentori di burro e latte: dolce e acido il più giovane, più armonico quello di 22/28 mesi, deciso e saporito con note di frutta secca e spezie, il più stagionato.
Di pasta friabile, non può essere tagliato con un coltello, che rovinerebbe la sua struttura delicata, per questo si usa uno strumento diverso, a lama corta e appuntita, a forma di mandorla, che mantiene intatta la granulosità.

Le imitazioni di questo prodotto sono infinite, in Europa gira un formaggio denominato Parmesan, che del vero Parmigiano, non ha nessuna caratteristica o quasi. Per riconoscerlo è necessario verificare che sulla crosta ci sia la marchiatura classica con la scritta Parmigiano Reggiano: oltre i 18 mesi di stagionatura ha un bollino aragosta, oltre i 22 uno argento e oltre il 20 un bollino dorato.

Versatile e dal gusto unico, in cucina può essere usato in molte preparazioni: zuppe, primi piatti o, in abbinamento insolito, con carne e pesce. Da provare in purezza con l’aceto balsamico di Modena o Reggio. Come aperitivo può essere accompagnato da sedano, pomodori dolci, mostarde di frutta non piccanti e da un ottimo bicchiere di vino bianco.

Frutta e verdura sono un buon accompagnamento per il parmigiano più giovane, mentre quello più stagionato è perfetto con la frutta secca.